Statuto

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE E RICREATIVA

 “VIVERE LA LAGUNA”

 

Art.  1 - Costituzione e sede

1. E’ costituita l’Associazione culturale e ricreativa denominata “VIVERE LA LAGUNA”, di seguito indicata con il termine “Associazione”, con recapito: in via Tiburtina, 4 - 30173 Campalto VE.

 

Art. 2 - Scopi e finalità

1. L’Associazione è apolitica, senza scopi di lucro e con durata illimitata nel tempo, regolata dal presente Statuto e dal Codice Civile.

2. Essa persegue le seguenti finalità:

  1. promozione e diffusione della conoscenza dell’ambiente lagunare;
  2. favorire l’aggregazione di quanti sono interessati a scoprire le bellezze della laguna;
  3. contribuire al recupero paesaggistico della laguna veneta, collaborando con enti pubblici e privati, associazioni che si occupano sia delle problematiche ambientalistiche che di quelle nautiche, cooperative e consorzi.

 

Art. 3 - Attività dell’Associazione

1. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’Associazione organizza iniziative che potranno coinvolgere oltre i Soci anche le altre Associazioni presenti nel territorio della Municipalità di Favaro Veneto.

 

Art. 4 - Iscrizione

1. Per essere ammesso come Socio, è necessario presentare domanda scritta al Consiglio Direttivo, impegnandosi ad accettare le norme statutarie e regolamentari ed inoltre fare proprie le finalità dell’Associazione.

2. L'ammissione è subordinata all'accoglimento della domanda da parte del Consiglio Direttivo.

3. Contro il mancato accoglimento della domanda di adesione è ammesso ricorso al Collegio dei Probiviri, entro il termine di 30 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di rifiuto.

 

Art. 5 - Soci

  1. La qualifica di socio si acquisisce con il pagamento della quota annuale e dà diritto a partecipare alle attività sociali
  2. I Soci hanno il dovere di difendere sempre il buon nome dell'Associazione;
  3. I Soci cessano di appartenere all'Associazione:
    1. per dimissioni volontarie, comunicate a mezzo lettera;
    2. per morosità, il socio che non provvederà al pagamento della quota associativa;
    3. per espulsione deliberata dalla maggioranza assoluta dei componenti del Consiglio Direttivo, pronunciata contro il Socio che commette azioni ritenute disonorevoli, dentro e fuori dell'Associazione;
  4. I Soci espulsi,nel termine di 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, possono proporre per iscritto ricorso al Collegio dei Probiviri;
  5. Sono previsti i Soci con la qualifica di "aggregati", ai quali verrà concesso di occupare i posti dei Soci, non ancora in possesso della barca fino al momento dell'acquisto della stessa
  6. La quota annuale da versare all'Associazione sarà pari a quella fissata, dal Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, l'anno precedente
  7. Il Socio titolare del posto barca, per il periodo in cui il posto è occupato dal "Socio aggregato", sarà esonerato dal pagamento della quota annuale.

 

 Art. 6 - Organi dell’Associazione

1. Gli organi dell'Associazione sono:

  1. l'Assemblea dei Soci;
  2. il Consiglio Direttivo;
  3. il Presidente;
  4. il Collegio dei Revisori dei Conti;
  5. il Collegio dei Probiviri.

 

Art. 7 - Assemblea dei Soci

1. Compongono l’Assemblea i Soci in regola con la quota annuale.

2. L'Assemblea dei Soci è il massimo organo deliberativo e le deliberazioni sono assunte a maggioranza dei voti espressi per alzata di mano o con altre forme stabilite dal Presidente dell’Assemblea;

3. La convocazione dell'Assemblea è disposta, con lettera firmata dal Presidente e recapitata almeno 10 giorni prima della riunione, con l’indicazione: del luogo, giorno e ora dell’adunanza e dell’ordine del giorno da trattare;

4. L'Assemblea Ordinaria deve essere convocata entro il 31 dicembre di ogni anno per l'approvazione del rendiconto consuntivo e il bilancio preventivo.

5. L'Assemblea è valida in prima convocazione se è presente la metà più uno dei Soci, in caso contrario l’Assemblea è rinviata di un’ora, in seconda convocazione, ed è valida qualunque sia il numero dei Soci;

6. L'Assemblea può essere, comunque, convocata ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga necessario, ovvero su richiesta di almeno 1/3 (un terzo) dei Soci.

7. Presiede l’Assemblea il Presidente dell’Associazione. Il Segretario è incaricato di redigere il verbale della seduta;

 

Art. 8 - Compiti dell’Assemblea dei Soci

1. Spetta all'Assemblea dei Soci, in seduta ordinaria, il compito di:

  1. eleggere i componenti del Consiglio Direttivo;
  2. eleggere i Componenti del Collegio dei Revisori dei Conti;
  3. eleggere i Componenti del Collegio dei Probiviri;
  4. approvare il bilancio preventivo e il rendiconto consuntivo economico e finanziario;
  5. discutere ed approvare ogni altro argomento proposto dal Consiglio Direttivo;
  6. approvare eventuali regolamenti interni;

2. Spetta all'Assemblea dei Soci, in seduta straordinaria, il compito di:

  1. apportare modifiche allo Statuto;
  2. deliberare lo scioglimento dell’Associazione;

 

Art. 9 - Il Consiglio Direttivo

1. Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di cinque Membri ad un massimo di sette Membri, eletti dall’Assemblea dei Soci fra i propri Componenti.

2. I Componenti del Consiglio Direttivo restano in carica tre anni e sono rieleggibili.

3. Il Consiglio Direttivo elegge nel suo seno il Presidente, il vice Presidente, il Segretario, il Tesoriere.

4. Il Consiglio Direttivo si riunisce:

  1. su convocazione del Presidente;
  2. su richiesta motivata da almeno tre Componenti;
  3. su richiesta motivata di almeno il 30% dei Soci;

6. Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei Componenti.

7. I Membri del Consiglio Direttivo svolgono la loro attività gratuitamente.

8. Qualora venga a mancare il numero minimo dei Membri, quelli rimasti in carica devono convocare l’Assemblea affinchè questa provveda alla sostituzione dei Consiglieri mancanti.

 

Art. 10 - Compiti del Consiglio Direttivo

1. Il Consiglio Direttivo ha i seguenti compiti:

  1. compiere tutti gli atti e le operazioni per la corretta amministrazione dell’Associazione, secondo gli indirizzi assembleari;
  2. emanare i regolamenti interni;
  3. elaborare i bilanci preventivi e consuntivi;
  4. proporre ai Probiviri i provvedimenti verso i Soci;
  5. stipulare tutti gli atti e i contratti inerenti l’attività sociale.

2. Delle riunioni del Consiglio Direttivo viene redatto verbale.

 

Art. 11 - Presidente

1. Il Presidente viene eletto dal Consiglio Direttivo.

2. Il Presidente convoca e presiede il Consiglio Direttivo.

3. Il Presidente ha la rappresentanza legale e morale dell’Associazione, ne coordina le varie attività a tutti gli effetti e sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione.

 

Art. 12 - Vice Presidente

1. Il Vice Presidente è nominato dal Consiglio Direttivo, sostituisce il Presidente, in caso di assenza o legittimo impedimento, esercitando le funzioni attribuite allo stesso.

 

Art. 13 - Segretario

1. Il Segretario è nominato dal Consiglio Direttivo, cura l’esecuzione delle deliberazioni del Presidente, del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea, redige i verbali delle riunioni, attende alla corrispondenza.

2. Provvede alla conservazionedelle proprietà dell’Associazione e provvede alla archiviazione degli atti;

 

Art. 14 - Tesoriere

1. Il Tesoriere e nominato dal Consiglio Direttivo.

2. Spetta al Tesoriere:

  1. curare la tenuta della contabilità e dei relativi documenti;
  2. preparare il bilancio preventivo e il rendiconto consuntivo nonché la relazione finanziaria da sottoporre alla approvazione del Consiglio Direttivo.

 

Art. 15 - Il Collegio dei Revisori dei Conti

1. E’ composto da tre Componenti, eletti dall’Assemblea, i quali al loro interno nominano il Presidente.

2. Dura in carica quanto il Consiglio Direttivo.

3. Esprime un giudizio sulla congruità, la coerenza e l’attendibilità contabile dei bilanci con apposita relazione.

 

Art. 16 - Il Collegio dei Probiviri

1. E’ composto da tre Componenti, eletti dall’Assemblea, i quali al loro interno  nominano il Presidente.

2. Dura in carica quanto il Consiglio Direttivo.

3. Esprime un giudizio insindacabile, entro trenta giorni dalla presentazione del ricorso, sui dinieghi di ammissione e sulle decisioni di espulsione;

 

Art. 17 - Gratuità degli incarichi

1. Tutti gli incarichi si intendono a titolo gratuito.

 

Art. 18 - Patrimonio e Bilancio

1. L’Associazione trae i suoi mezzi finanziari dalle quote degli associati, nonché da contributi, sovvenzioni ed elargizioni di persone fisiche o giuridiche e da proventi delle proprie iniziative.

2. Può disporre di un patrimonio mobiliare ed immobiliare.

3. Il bilancio di esercizio coincide con l’anno sociale: inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

 

Art. 19 - Clausola compromissoria

1. I provvedimenti adottati dagli Organi dell’Associazione hanno piena e definitiva efficacia nei confronti dei Soci.

2. Qualsiasi controversia che insorga tra l’Associazione ed i Soci, o tra i Soci stessi se correlata all’attività sociale, deve essere sottoposta all’Associazione.

3. Qualsiasi altra controversia, anche di natura patrimoniale, deve essere composta mediante arbitrato irrituale.

4. L’inosservanza di dette disposizioni costituisce illecito disciplinare.

 

Art. 20 - Scioglimento dell’Associazione

1. La durata dell'Associazione è illimitata. L'Associazione potrà essere sciolta per decisione dell’Assemblea dei Soci, con deliberazione approvata da almeno 2/3 (due terzi) dei Soci iscritti. Deliberato lo scioglimento i beni verranno distribuiti, ad Associazioni con finalità analoghe, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190 della legge 23.12.1996, n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

 

Art. 21 - Norma di rinvio

1. Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto valgono, in quanto applicabili, le norme del Codice Civile e le disposizioni di legge

Free business joomla templates